Il Team di R&D di Biosfered estrae le materie prime esclusivamente tramite l’utilizzo di solventi consentiti dalla Direttiva 2009/32/CE del parlamento europeo del 23 aprile 2009, riguardante le nuove norme per il riavvicinamento delle legislazioni degli Stati membri in tema di solventi da estrazione impiegati nella preparazione dei prodotti alimentari e dei loro ingredienti. Il solvente di elezione utilizzato è l’etanolo.

L’etanolo viene quindi rimosso dai prodotti finali commercializzati da Biosfered.

La capacità produttiva di Biosfered è attualmente di numerose tonnellate di prodotto/anno tramite un nuovo sistema di estrazione/concentrazione. La produzione avviene a Torino nei due impianti produttivi di Via Quarello e Via Veronese.

Il continuo controllo chimico-analitico durante il processo di estrazione premette al Team R&D di Biosfered di produrre estratti vegetali di elevata purezza, mentre le tecniche analitiche utilizzate consentono di garantire un grado elevato di affidabilità nella loro titolazione.

Biosfered ha brevettato un sistema innovativo per l’estrazione e la polverizzazione a bassa temperatura del materiale estratto (vedi anche “Brevetti per invenzione industriale”), che consente di mantenere inalterate le caratteristiche tipiche della materia prima senza alterare il prodotto o degradarlo.

Inoltre la tecnica di polverizzazione non fa uso di maltodestrine, ma di proteine vegetali naturali che, oltre ad apportare un contributo notevole da un punto di vista nutrizionale, sono scelte per la loro assenza di reazioni allergiche.