ANALISI QUANTITATIVA E QUALITATIVA DELL’ACIDO 3-O-ACETIL-11-CHETO-Β-BOSWELLICO (AKBA) E DI ALTRI ACIDI BOSWELLICI IN BOSWELLIA SACRA FLUECK (SYN. B. CARTERI BIRDW) E BOSWELLIA SERRATA ROXB.

I principali costituenti di B. serrata e B. sacra sono gli composti volatili. costituiti da monoterpeni e sesquiterpeni, e dai diterpeni incensolo, incensolo acetato e cembrenolo (serratolo), gli acidi triterpenici pentaciclici lipofili di tipo oleananico (acidi α-boswellici), ursanico (acidi β-boswellici) e lupanici (acido lupeolico). Inoltre è presente una frazione etere-insolubile contenente polisaccaridi (arabinosio, galattosio, xilosio).

Gli acidi boswellici più importanti sono l’acido 3-O-acetil-11-cheto-β-boswellico (AKBA), l’acido 11-cheto-β-boswellico (KBA), e vari acidi β- (βBAs), e α-boswellici (αBAs) e loro esteri (Figura 1 e Tabella 1).

Figura 1: Struttura chimica degli acidi boswellici individuati in Boswellia serrata e Boswellia sacra. I numeri corrispondono ai composti elencati nella Tabella 1.

Tabella 1: Massa molecolare e modello di frammentazione dei composti identificati negli estratti metanolici di Boswellia serrata e Boswellia sacra.

# Composti RT (min) [M-H]-(m/z) ions (m/z) Presenza in
B. sacra*
Presenza in
B. serrata*
01 11-Keto-Ursolic acid 24 469 451, 407, 391 x x
02 11-Keto-β-boswellic acid 25.8 469 451, 407, 391 x x
03 3-O-Acetyl-11-keto-β-Boswellic Acid 28.8 511 451, 361 x x
04 3-α-Hydroxy-7,24-dien-tirucallic acid 34.5 455 453, 437, 373 x
05 3-α-Hydroxy-8,24-dien-tirucallic acid 36.5 455 453, 437, 373 x x
06 3-β-Hydroxy-7,24-dien-tirucallic acid 39.4 455 453, 437, 373 x
07 3-O-Acetyl-oleanolic acid 41 497 479, 437 x x
08 Lupeolic acid 41.6 455 437, 409 x
09 3-O-Acetyl-ursolic acid 43.3 497 479, 437 x x
10 α-Boswellic acid 44.5 455 437, 409, 377 x x
11 β-Boswellic acid 45 455 437, 409, 377 x x
12 3-O-Acetyl-α-boswellic acid 52 497 459, 437 x x
13 3-O-Acetyl-β-boswellic acid 52.9 497 459, 437, 395 x x

La precisa identificazione e la quantificazione degli acidi boswellici è di solito ottenuta con cromatografia liquida ad alta prestazione (HPLC) abbinata a ionizzazione elettrospray e spettrometria di massa in tandem (HPLC-ESI-MS/MS) utilizzando il monitoraggio di ioni selezionati (SIM) (Figura 2).

Figura 2: Strumentazione utilizzata da Biosfered per la determinazione qualitativa e quantitativa degli acidi boswellici: HPLC abbinata a ionizzazione in electrospray e spettrometria di massa in tandem.

La Tabella 2 mostra la determinazione quantitativa dei principali acidi boswellici eseguita nei laboratori di Biosfered per le specie B. sacra e B. serrata.

In B. sacra la quantità totale dei principali acidi boswellici è <50% e questo valore è ridotto a circa il 29% quando la quantità è considerato sul peso secco totale della gommoresina. In B. serrata la quantità totale di acidi boswellici è inferiore al 30% e il valore scende al 16% quando espresso sul peso secco della gommaresina. Un confronto diretto tra le due specie mostra che il contenuto di AKBA (circa 10 volte), αBA (1,5 volte) e βBA (1,6 volte) di B. sacra è statisticamente maggiore (P <0,05) rispetto a quello di B. serrata.

Tabella 2: Determinazione quantitativa di acidi boswellici di Boswellia sacra e Boswellia serrata mediante HPLC-DAD-ESI-MS / MS, utilizzando curve di calibrazione da standard puri. I dati sono espressi sul peso secco (g/kg) di gommoresina. (Deviazione standard), nella stessa riga, lettere diverse indicano differenze significative (P<0,05).

Composto Boswellia sacra Boswellia serrata
Contenuto nell’estratto Contenuto nella gommoresina Contenuto nell’estratto Contenuto nella gommoresina
KBA 35.50 (1.26)a 21.26 (0.76)b 34.62 (2.57)a 19.03 (1.41)c
AKBA 70.81 (4.66)a 42.41 (2.79)b 7.35 (0.89)c 4.04 (0.49)d
αBA 184.34 (11.27)a 110.40 (6.75)b 126.00 (7.77)b 69.27 (4.27)c
βBA 186.19 (4.98)a 111.50 (2.98)b 113.21 (7.37)c 62.24 (4.06)c
A-αBA 5.40 (0.35)a 3.23 (0.21)b 2.92 (0.19)b 1.60 (0.11)c
A-βBA 9.95 (0.23)a 5.96 (0.14)b 11.33 (0.28)a 6.23 (0.15)b
Totale 491.20 (14.75)a 294.77 (8.83)b 295.25 (23.00)b 162.29 (12.64)c

Gli estratti di Boswellia sacra e Boswellia serrata sono ampiamente utilizzati in prodotti farmaceutici e nutraceutici. La bioattività di questi estratti di Boswellia è basata sul contenuto di acidi boswellici. Chiaramente, la biodisponibilità e accuratezza nella determinazione di questi acidi è centrale per l’efficacia dei prodotti a base di Boswellia.

Si trovano spesso rivendicazioni del contenuto di 70% di acidi boswellici o addirittura del 30-40% AKBA in alcuni estratti di Boswellia, ma recenti studi scientifici pubblicati su riviste internazionali confermano che il contenuto di acidi boswellici in entrambe le specie di Boswellia non superano mai il 50% nell’estratto, mentre percentuali inferiori si ottengono quando i dati sono espressi sul peso della gommoresina.

Inoltre, la più alta percentuale di AKBA si trova nella B. sacra e non supera mai l’8%.

SOLO I METODI ANALITICI BASATI SU HPLC ACCOPPIATA A SPETTROMETRIA DI MASSA PERMETTONO LA QUANTIFICAZIONE E L’IDENTIFICAZIONE PRECISE DEGLI ACIDI BOSWELLICI NEGLI ESTRATTI DI BOSWELLIA SACRA E BOSWELLIA SERRATA.

PERTANTO, QUALSIASI AFFERMAZIONE DI CONTENUTO ACIDI BOSWELLICI PRESENTI IN ESTRATTI DI B. SACRA O B. SERRATA UGUALE O SUPERIORE AL 70% O DEL CONTENUTO DI AKBA DEL 30% È SEMPLICEMENTE IRREALISTICA O BASATA SU UNA DETERMINAZIONE QUANTITATIVA NON ADEGUATA

Per ulteriori approfondimenti sull’analisi quantitativa degli acidi boswellici fare riferimento alla pubblicazione:

MANNINO, G., OCCHIPINTI, A., MAFFEI, M.E. (2016)
Quantitative determination of 3-O-Acetyl-11-Keto-β-Boswellic Acid (AKBA) and other boswellic acids in Boswellia sacra Flueck (syn. B. carteri Birdw) and Boswellia serrata Roxb.
Molecules. 21:1329 – (scarica il pdf).

MECCANISMO D’AZIONE ED EFFICACIA DI BOSLIQ

Gli acidi boswellici sono da tempo oggetto di studio per le loro proprietà curative. L’AKBA ad esempio è noto per le sue proprietà antinfiammatorie, neuroprotettive, chemiopreventive, antiossidanti, inibitrici di 5-lipossigenasi, antibiotiche e per la cura di retinopatie e delle ferite (oltre 65 citazioni in ISI Web of Science al novembre 2016).

Recentemente, Appendino e colleghi (Pollastro F, Golin S, Chianese G, et al. 2016. Neuractive and anti-inflammatory Frankincense cembranes: A structure-activity study. J Nat Prod 79:1762-1768.) hanno dimostrato che il serratolo (o cembrenolo) presente in B. serrata è un potente agonista del transient receptor potential vanilloid 3 (TRPV3), un canale ionico sensibile al calore espresso nei cheratinociti e nel sistema nervoso centrale (Figura 3).

Figura 3. Attivatori, inibitori e modulatori del TRPV3. Struttura quaternaria di TRPV3 con composti e vie di segnalazione noti per attivare, inibire o modulare il recettore. Da Broad et al., Pharmaceuticals 2016, 9(3), 55; doi:10.3390/ph9030055.

Il recettore TRPV3 ha implicazioni fisiologiche notevoli: dalle malattie genetiche ai processi infiammatori, dalla gestione del peso corporeo alla depressione fino alle funzioni cerebrali. Inoltre il serratolo agisce a concentrazioni submicromolari. L’incensolo acetato (tipico della B. sacra) è un agonista selettivo di TRPV3 in grado di stimolare l’influsso di calcio mediato da TRPV3, mentre l’incensolo è un potente inibitore di STAT3 indotta da IL-6 e un potente attivatore di NF-kB.

QUESTI RISULTATI INDICANO CHE OLTRE ALL’EFFETTO DIMOSTRATO DEGLI ACIDI BOSWELLICI, GLI ESTRATTI DI BOSWELLIA CONTENENTI DITERPENI COME INCENSOLO, INCENSOLO ACETATO (PRESENTI IN BOSLIQ®-AKBA) E SERRATOLO (O CEMBRENOLO, IN BOSLIQ®-BA) OFFRONO UN MAGGIORE CONTRIBUTO COME SUPPORTO PER LA RIDUZIONE DEI PROCESSI INFIAMMATORI.

STUDI CLINICI

Sono in corso studi pre-clinici e clinici sull’efficacia di BosLiq®-AKBA e BosLiq®-BA. Recentemente, in uno studio pilota, l’utilizzo di BosLiq®-AKBA (in associazione con condroitina, collagene di tipo II e bromelaina) per 24 settimane ha indotto una significativa riduzione del dolore e della rigidità su 40 soggetti con epicondilite laterale cronica lieve o moderata e su 18 pazienti affetti da tendinite al tendine di Achille (Guelfi M. 2016. Efficacy and safety of DAIGO® Tendiplus a dietary supplement agent in patients with elbow lateral epicondylitis or Achilles tendinopathy. A pilot study. Int. J. Exper. Clin. Res. 5:9-12).

Per ulteriori approfondimenti sul meccanismo d’azione di BosLiq fare riferimento alla pubblicazione:

Maffei ME (2017)
BosLiq®-AKBA e BosLiq®-BA. Estratti di Boswellia sacra e Boswellia serrata con un alto contenuto di acidi boswellici e diterpeni
L’integratore Nutrizionale. 20:56-58 – (scarica il pdf).